Tone of voice nei social network 1

Tone of voice nei social network: come sfruttarli

Nell’articolo precedente ti ho parlato del tone of voice, della sua importanza e di come definirlo.

Oggi, invece, entro nel mio mondo, e ti racconto come impostare il tone of voice nei social network, perché è importante approcciarsi ad ognuno nella maniera più corretta possibile.

Il mondo dei social network, è molto vario… come sai esistono diverse piattaforme, e anche se per alcuni versi cercano di mostrare la stessa tipologia di contenuti è anche vero che ognuna di esse è indirizzata ad un target ben definito.

Donna con cartello che visiona uno smartphone da cui fuoriesce un megafono ad indicare un tono di voce

Il tone of voice nei social network

Nel mondo dei social vi sono delle regole non scritte che fanno parte della comunicazione, prima fra tutte è il divieto di utilizzare il maiuscolo, è sinonimo di urlare e ovviamente non si interloquisce con i propri utenti urlando ma utilizzando un tono di voce naturale. Seconda regola è dare sempre del tu, nei social esiste una forma di comunicazione più semplice e lineare per tale ragione è sempre consigliabile non utilizzare la prima persona plurale nelle conversazioni, il rispetto lo si può dimostrare comunque dallo stile, dalle parole e ovviamente dal tono che impostiamo.

Tone of voice dei principali social network

I social network non sono tutti uguali, anche se potrebbero sembrare, ecco perché per ognuno di essi è importante definire il tono di voce corretto.

Per individuare il giusto tono di voce da intraprendere è necessario analizzare per prima cosa il tuo brand. Puoi comunicare qualcosa in un social, piuttosto che in un altro?

globo con tante persone intorno ad indicare la rete sociale

Tone of voice su Linkedin

Linkedin è il social definito dei professionisti, è una rete di collegamento tra aziende e  professionisti;  l’obiettivo principale di questo social è mettere in relazione i due soggetti al fine di cogliere nuove opportunità lavorative.

I contenuti da pubblicare devono essere contenuti che accrescano il tuo valore come professionista, al fine di poter amplificare la comunicazione e migliorare la tua autorevolezza.

Il tono di voce da utilizzare su Linkedin, credo debba essere più formale, serio e informativo. Direi, che non c’è spazio per un tono scherzoso e leggero. Personalmente, non mi piace leggere nemmeno contenuti dai toni polemici, non amo la polemica mai, ancor di meno su Linkedin; sono piacevoli contenuti con scambio di idee, richieste di consigli e contenuti informativi.

Tone of voice su Facebook

Il tone of voice su Facebook è più complesso da poter definire in senso assoluto, perché Facebook è un social molto eterogeneo. Troviamo tante imprese, attività di ogni genere e persone di ogni target.

Definire il tono di voce su Facebook, è più complesso e prima di poterlo impostare è doveroso fare un’analisi più accurata ed individuare il tuo target.

In questo social, avendo un target più eterogeneo  si incontrano vari stili di tono di voce come ad esempio un tono amichevole, sarcastico, formale e serio, polemico ( aihmè !!)

Tone of voice Twitter

Twitter è un social network il cui scopo è fornire notizie; la sua peculiarità è scrivere un breve messaggio (chiamato tweet), di massimo 280 caratteri ( prima erano 140 quelli a disposizione).

Si posiziona come principale antagonista di Facebook.

Lo stile di questo social network, è molto immediato, viene infatti scelto dalle testate giornalistiche per comunicare notizie dell’ultima ora, dai politici, ma anche da enti, istituzioni, sportivi e personaggi noti.

Il tone of voice di Twitter, il più delle volte è formale, deciso e diretto. Attraverso i tweet si innesta una comunicazione veloce tra gli utenti

Nella comunicazione di Twitter troverai molto spesso gli hashtag ( un tipo di tag che racchiude un argomento e ha lo scopo di aggregare tutti i contenuti che affrontano quel tema), nati proprio con questo social, ma che ebbero il successo con Instagram

Se hai un brand e vuole posizionarsi nella comunicazione di Twitter, è molto importante, come sempre un’accurata analisi e impostare una corretta strategia ( che include definizione del target, definizione del prodotto, mission etc…)

Tone of voice su Instagram

Instagram, è un social il cui target è diventato eterogeneo col tempo, infatti è possibile seguire account che si occupano di beauty, fashion, food, fitness, piuttosto che ad esempio di business, finanza, politica, ambiente.

Instagram, è un social che si è evolve nel tempo alle dinamiche e alle esigenze della società ed integra funzionalità in base al competitor di riferimento ( ha inserito le stories nella piattaforma ispirandosi a Snapchat o i Reels prendendo spunto dai video brevi di Tik Tok).

A seconda del tuo brand, dovrai definire un tono di voce che il tuo target apprezzi, per farlo potresti fare ad esempio un’accurata analisi dei competitor, di coloro che sono già nella piattaforma e apprendere  stile e tono di comunicazione.

A differenza di Linkedin, in cui ritengo che il tono più adatto sia quello formale, su Instagram non esiste un unico tono di voce ma differenti, come ironico e spiritoso, sarcastico, divertente, confidenziale, socievole, formale.

Tra i tanti account che seguo, ve ne sono diversi che hanno “ideato” uno stile di comunicazione che li rende ben identificabili, una fra tutte L’estetica cinica, in cui le followers vengono chiamate fagiane e lo stile comunicativo è amichevole. Un altro, ad esempio, potrebbe essere Cliomakep, in cui invece il tono è molto confidenziale, raccontando molto anche della sua vita personale. Per cambiare settore, l’account thesocialmediastrategist crea contenuti di approfondimento, dirette in cui il focus è comunicare ai propri follower eventi, novità del mondo del social media e webmarketing.

Per definire il tono di voce su IG, come per Facebook devi analizzare altri fattori prima di poter valutar quale funziona meglio per te.

 

Tone of voice Tik Tok

Tik Tok ha avuto nel 2021 un boom incredibile, è stato il social più utilizzato ( anche se in termini di utenti attivi Instagram rimane avanti). Nonostante, questa crescita non è un social per tutti, infatti non tutti i brand riescono a posizionarsi.

Il tono di voce è sempre abbastanza leggero, spiritoso. Il focus di questo social sono i video brevi e divertenti,  è evidente quindi che è più adatto a settori come fashion, beauty o food, mentre fanno molta fatica a posizionarsi brand di approfondimento o con tematiche più sensibili.

Personalmente, non ho ancora valutato questo social, probabilmente a seconda dell’evolversi potrebbe diventare un altro strumento di comunicazione.

Tone of voice Pinterest

Anche Pinterest, negli ultimi tempi ha evidenziato una notevole crescita. È un social network differente rispetto agli altri, la particolarità è la costruzione di bacheche segmentate per argomenti che gli utenti trovano attraverso delle ricerche ( quasi come se fosse un motore di ricerca).

La forma di comunicazione più utilizzata è l’infografica, anche se sono state inserite nel tempo nuove funzionalità tra cui i video e la Pinterest Tv.

Escludendo alcune eccezioni, il tone of voice sul social network Pinterest è informativo, l’utente ha necessità di trovare informazioni su un determinato argomento ( ad esempio un allenamento specifico, una ricetta, tools di webmarketing). I post, chiamati pin, potranno essere colorati, simpatici, seri ma il focus è rimanere concentrati su cosa l’utente vuole in quel preciso istante.

 

Conclusioni

Ovviamente, ho analizzato solo alcune piattaforme, ve ne sono tante altre più o meno utilizzate. L’obiettivo è farti capire che prima di aprire un account è importante fare una serie di analisi e approfondimenti.

Per capire chi è il target, vi è poi tutta la parte dell’advertsing, in cui ogni piattaforma mette a disposizione una serie di strumenti per poter definire il pubblico, crearlo e lanciare delle campagne ad utenti in linea con ciò che proponi.

Definire il tone of voice, è un step importante nella costruzione della strategia di comunicazione, sia online sia offline e una volta impostato lo stesso dovrà essere utilizzato in qualsiasi piattaforma, ovvero sito web, newsletter, social network, risposta ai commenti in modo che sia l’impronta del tuo brand.